X Close
This site does not directly profile users.
We use technical cookies (PHPSESSION and COOKIECHOICE) that cannot be disabled but that do not store any personal information.
We display a visitor map by http://www.clustrmaps.com/, that could user cookies outside our control, and some advertisement banners managed by external agencies
. From this screenyou can enable and disable the usage of these services (you can always get this screen from the link at the bottom of every page):
  Clustermaps: on    Advertisment: on    Statistics: on
Since we use google search to index our site, some more cookies may be set by google. Please consult their policy

[OK. I'm happy with all cookies]   [Use only selected cookies]   [No, no cookies please]

Le ricette di Pierre

MOU (CON SCORZA D'ARANCIA)

Ciao gente... ieri ho provato per la prima volta a fare le caramelle mou. (almeno così diceva la ricetta, ma assomigliano molto più alle alpenliebe).

Vengono molto buone (più saporite delle mou o alpenliebe che siano). Ma la cosa che più mi è piaciuta è quando le ho colate sul tavolo di marmo... ho fatto una megacaramellona di 30 cm. di diametro... ehehehe.

Preparazione: circa mezz'ora.

Ingredienti:
250 g zucchero
250 cl panna fresca
1 bustina vanillina
la scorza finissima di un arancio
1 pizzico sale (immancabile)

Fate sciogliere lo zucchero in un pentolino di acciaio a fuoco basso, fino a che si caramella e diventa di un colore biondo scuro (a piacere) e schiumeggiante.

Togliete dal fuoco e aggiungete la panna e tutto il resto, rimestate bene e riportate sul fuoco moderato (attenti che ``esce" come se fosse latte). Fate cuocere fino a che il composto diventa omogeneo e abbastanza denso (praticamente deve evaporare la parte liquida della panna). Ci vorranno 20/25 minuti continuando a mescolare.

Fatto questo, togliete dal fuoco e versate il composto sul tavolo di marmo leggermente unto d'olio. Con un coltello sempre unto d'olio date alla ``colata" la forma che preferite e se volete, cominciate a dividerla in piccoli pezzi che una volta raffreddati saranno le vostre caramelle.

Conservatele in luogo fresco e asciutto.

Provenienza: Luca Croci (FidoNet) 16/07/1993

Torna al menu