Questo sito utilizza cookie per garantire la migliore esperienza. Il sito inoltre fa uso di cookie di terze parti (es. Google Analytics, Google Ads, ShinyStats). Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo.
Clicca qui per far sparire questo avviso.


Le ricette di Pierre

FAGIOLI STUFATI ALLA BUD SPENCER

Fagioli stufati come li faceva mia nonna ungherese.

Praticamente sono come quelli che vedi mangiare da Bud Spencer nei vari film di Trinità :-))

Fai lessare una quantità adeguata di fagioli in acqua salata con un pezzo di gambo di sedano e mezza cipolla.

Lasciali raffreddare nel loro brodazzo. (lessarli alla sera per il giorno dopo va bene).

In una padella larga fai rosolare un po' di burro con un un paio di cucchiaiate rase di farina fino a quando schiumeggia. Come se iniziassi a fare una Besciamella.

Nel miscuglio abbi cura di aggiungere una foglia di Alloro, possibilmente fresca. E anche una traccia d' aglio, se ti piace. O magari Noce moscata... qui va molto a gusto personale.

Poi ci butti dentro i fagioli già lessati , li fai rosolare un cinque minuti , e ci aggiungi un po' del loro brodo.

Il brodo dei fagioli fa gonfiare la farina abbrustolita e genera una crema gustosissima. E` estremamente importante mescolare l'intruglio con abilità poiché tende facilmente a fare grumi.

Un Mezzo bicchiere di buon vino bianco molto secco ci sta molto bene.

Nella fase iniziale della rosolatura, mettici insieme (se ti piacciono), pezzi di buon leberwurst bavarese o più semplicemente salsiccia fresca. O anche dei frammenti di pancetta affumicata. Vedi un po' tu quello che preferisci. Qualunque cosa maialosa va bene. Meglio ancora, se non hai problemi di colesterolo, puoi rosolare la farina con il lardo o lo strutto e allora... SLURP!

Un bel pizzicotto di Paprika ungherese o Peperoncino meridionale completa il tutto se ti piace un po' piccante.

Personalmente preferisco una traccia di bacche di Ginepro e Noce moscata pestate nel mortaio.

Ma qui si va a finire nelle varianti personali, e allora il discorso....... non potrebbe mai concludersi.

Provenienza: Raffaello Valesio (FidoNet) 30/05/1993

Torna al menu